Bastiancarnaval 2011. Riconoscendo e rimettendo il debito impediremo al deserto salernitano di crescere.

Da Facebook Dott. Nessuno

I Bastian contrari per il Carnevale 2011 hanno:

  1. Proposto, organizzato e propagandato l’evento carnevalesco.
  2. Progettato e stampato qualche centinaio di manifesti e volantini diffondendoli per tutta Salerno.
  3. Studiato, progettato e imposto un logo e un tema per l’evento.
  4. Costruito un bellissmo carro.
  5. Creato una decina di maschere e costumi.
  6. Hanno invitato, accolto e coinvolto presenze internazionali come il bravo e generoso gruppo dei percussionisti dei Loco limon di Madrid.
  7. Si sono barcamenati con spirito di sacrificio nella medioevale burocrazia del municipio di Salerno riuscendola a sconfiggerla, ottenendo le autorizzazioni necessarie.
  8. Dato vita ad una festa che ha divertito centinaia di salernitani.
  9. Creato lavoro vivo e produttivo per qualche migliaia di ore, coinvolgendo decine di giovani per oltre due mesi lavorativi.
  10. Creato un laboratorio artigianale-artistico valente.
  11. Procurato sound system, furgone, auto, motorini, bici, tricicli, frizzi e lazzi per l’occorrenza.
  12. Onorato l’evento con la loro puntigliosità e precisione e addobbandosi e truccandosi di tutto punto.

Il tutto senza fare danni e creare pericoli come è successo in altri carnevali, organizzati da politici e amministratori locali, dove sono crollati dei carri sulla gente.

I B.C. hanno fatto questo e molte molte altre cose ancora, che io ignoro. Hanno uno spazio e lo gestiscono alla grande in democrazia e immanenza mettendo in produzione i loro corpi e le loro anime. Senza protagonismi e idiologismi… creando il movimento reale che trasforma lo stato di cose presenti. Altro che chiacchiere e distintivi. E lo fanno, sopratutto senza spendere i soldi dei salernitani, autofinanziandosi completamente. Sono gli eredi e i continuatori di grosse esperienze salernitane come quella del Laboratorio Diana.

Per questo il nostro municipio ed i suoi valenti condottieri li hanno emarginati sul lungomare cittadino lontano dalla gente, scacciando – tanto per non smentirsi – i venditori ambulanti sul percorso della parade che non avrebbero dato fastidio a nessuno e circondato costantemente la manifestazione con Digos e vigili urbani per monitorare i criminali. Ed il loro carnevale è servito solo per farli apparire su giornali e televisioni e non ad altro. Facendolo pagare ai salernitani. Il Carnevale denostri amministratori è stato la solita solfa spettacolare e improduttiva. Come per tutte le loro iniziative culturali. Quasi sempre.

Il carnevale dei Bastian è piccola cosa, rispetto ai problemi che bisognerebbe affrontare a Salerno, ma, in embrione indica una verità per chi vuole vederla. I tempi del pubblico e del privato e del loro falso antagonismo sono finiti. Questa crisi strutturale ha accellerato notevolmente la loro marciscenza. E’ creando comune, oltre il pubblico ed il privato, che eviteremo questo destino anche noi. Non esiste altra potenza costituente possibile. Il resto è falsa coscienza, ideologia.

Salerno ed i salernitani hanno un debito con i piccoli-grandi e poveri-ricchi di villa B.C. … riconoscendolo e rimettendolo valorizzeranno anche le loro vite produttive facendo nascere le nuove istituzioni del comune dell’umanità.

Affascinato dal bastiancarnival, dott. nessuno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...